Caldaie a pompa di calore ibride: cosa sono, come funzionano e perché consumano meno

climastore

Ridurre i costi in bolletta: un obiettivo di molti, ma in pochi riescono davvero a limitare le spese per il riscaldamento della propria casa. E soprattutto nel pieno dei mesi invernali, queste possono pesare anche in maniera consistente sui bilanci familiari. Le caldaie a pompa di calore ibride sfruttano una tecnologia relativamente recente e non tutti conoscono ancora gli effettivi vantaggi offerti da questa tipologia di prodotti.

Grazie ai convenienti ecobonus e alla grande efficienza in termini di prestazioni, le caldaie a pompa di calore tradizionali si sono rapidamente diffuse nel mercato. Queste rappresentano ancora oggi una delle soluzioni migliori per sostituire globalmente il proprio impianto con un sistema unico che ottimizzi il riscaldamento, il raffreddamento e l’erogazione di acqua calda sanitaria.

Ma come funziona una caldaia a pompa di calore tradizionale? In sintesi, l’apparecchio è in grado di trasferire all’interno dell’abitazione il calore presente in una fonte esterna, come aria, acqua o terreno. Fino a poco tempo fa, però, questa tipologia di impianti risentivano del cosiddetto thermal lift, vale a dire la differenza di temperatura fra ambiente interno e fonte esterna che, quando elevata, poteva inficiare anche di molto le reali performance degli apparecchi.

Con l’avvento del HPU Hybrid System, la nuova caldaia ibrida Daikin, questo problema appartiene finalmente al passato. Questi impianti sono in grado, infatti, di garantire tutta la convenienza in termini di prestazioni e costi di una caldaia a pompa di calore tradizionale, mantenendo in uso i radiatori già installati presso la tua abitazione.

Tale sistema assicura performance invidiabili per le più svariate esigenze: un rendimento del riscaldamento fino al 35% in più rispetto a una caldaia a condensazione tradizionale, e una produzione di acqua calda sanitaria più efficiente del 20%, oltre a offrire un’installazione semplice e poco invasiva.

Le nuove caldaie ibride Daikin sono in grado di attivare la pompa di calore, la caldaia o entrambe in contemporanea per garantire un funzionamento costante alle condizioni più convenienti in termini di contenimento degli sprechi. In pratica, quando la temperatura esterna si fa troppo bassa, l’apparecchio funzionerà autonomamente nella modalità più economica, senza per questo andare a gravare sui costi in bolletta.

Il funzionamento ibrido offre il grande vantaggio di un controllo elettronico brevettato, capace di gestire in completa autonomia l’attivazione di pompa di calore, caldaia o entrambe, salvaguardando il clima della tua casa e i costi di funzionamento. Per questo motivo, sono sempre di più gli italiani che scelgono di affidarsi alla convenienza di un sistema ibrido, anche grazie ai vantaggiosi incentivi statali.

Articolo realizzato in collaborazione con Clima Store, punto vendita Daikin Aerotech a Roma, Firenze e Giugliano in Campania.